C.R.A.S.G.

Centro Ricerche Archeologiche e Storiche nel Goriziano


Menu sito:
Salta il menu



il C.R.A.S.G.


Il C.R.A.S.G. (Centro per le Ricerche Archeologiche e Storiche nel Goriziano) è un' associazione culturale senza fini di lucro, non commerciale, regolata da quanto previsto dalle norme di cui all'art. 36 e seguenti del Codice Civile e da uno statuto interno.

Opera sul territorio dal 1980 finalizzando la sua attività nella effettuazione di studi e ricerche storiche riguardanti il territorio di Gorizia e dell' Isontino in generale. Le tematiche principali vertono sulla conduzione di studi relativi agli insediamenti umani più antichi e sulla ricerca storica di eventi che abbiano costituito importanti elementi di modifica del tessuto etnico e sociale del territorio goriziano. Particolare attenzione è rivolta ad approfondimenti, ricerche documentaristiche e iconografiche indirizzate allo studio ed alla divulgazione degli eventi bellici inerenti la guerra mondiale del 1915 – 18 . Tra queste attività trova altresì collocazione un intervento di recupero di quanto di quegli anni è rimasto sul terreno, nell'auspicio di incentivare iniziative tendenti ad un turismo storico e ad un recupero ambientale che possano favorire una miglior conoscenza di queste zone armonizzandone storia, ambiente e cultura.

I dati raccolti durante la ormai trentennale attività hanno sovente costituito il presupposto per la organizzazione di esposizioni tematiche e relative conferenze, fornendo altresì lo spunto per la stesura di alcune pubblicazioni.

In sintesi, l’attività di ricerca del C.R.A.S.G. è continuamente rivolta alla diffusione della cultura, delle tradizioni e delle vicende storiche del territorio e delle popolazioni che in esso vivono o hanno vissuto.

L'obiettivo è costituito dal desiderio di non vedere mai inaridito il rispetto del passato, di qualunque genere o colore esso sia. Per questo motivo, la speranza è che chiunque possa ricordare serenamente il tempo trascorso senza soggezioni o pregiudizi, poichè la capacità di saper ascoltare il passato è sicuramente di buon auspicio per il rispetto del presente ed una concreta possibilità di costruire il futuro.










ed. 07/2009 | centroricerchearcheo@virgilio.it

Torna ai contenuti | Torna al menu